Tra regolazione e giurisdizione

A cura di:  Andrea Zoppini
Editore: RomaTrE-Press
Data di pubblicazione: gennaio 2017
Pagine: 160
ISBN: 978-88-94885-02-6
n° downloads ad oggi: 2070

Abstract

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, con la Delibera n. 226/15/CONS, ha approvato, in attuazione di quanto disposto dall’articolo 23 del Codice delle comunicazioni elettroniche, il Regolamento concernente la risoluzione delle controversie tra operatori.

Il nuovo Regolamento, sostituendo il precedente Regolamento n. 352/08/Cons, introduce una serie di rilevanti modifiche: l’estensione dell’ambito soggettivo, la previsione di regole in materia di improcedibilità ed inammissibilità della domanda, la semplificazione di alcuni adempimenti formali, la revisione del procedimento cautelare ed infine alcune precisazioni in merito alla fase decisoria della controversia.

Il volume non si è limitato all’esegesi delle nuove disposizioni ma si sofferma sulla portata strategica del Regolamento, sottolineando la doppia anima dello stesso quale strumento di soluzione delle controversie alternativo alla giurisdizione, da una parte, e strumento volto a permettere la cosiddetta regulation by litigation, dall’altra parte.

Gli Autori valorizzano soprattutto l’anima ‘paragiurisdizionale’ del procedimento di soluzione delle controversie dinanzi all’AGCom, confermando che si tratta di uno strumento alternativo alla giurisdizione.

Contributi

Prefazione

Angelo Marcello Cardani

 

 

Il regolamento per la soluzione delle controversie tra operatori: considerazioni introduttive

Andrea Zoppini

 

 

Il lungo cammino della riforma

Antonio Preto

Dopo una breve analisi degli aspetti procedurali del Regolamento sulle controversie tra operatori, il saggio si sofferma sul versante sostanziale e strategico della riforma, mettendo in evidenza il nuovo rapporto tra agencies e courts. La scelta di consentire all’Autorità di pronunciarsi quando il ricorso alle vie giurisdizionali appare intempestivo sembra aprire la strada a procedure di litigation ‘interne’ all’Autorità, che consetono di risolvere controversie e di supplire a carenze regolatorie.

La soluzione delle controversie e le comunicazioni elettroniche

Filippo Donati

Il saggio mette in evidenza le peculiarità del procedimento amministrativo di tipo giustiziale che il Codice delle comunicazioni elettroniche e il nuovo Regolamento affidano all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom). In particolare, si mette in luce la doppia anima del procedimento - strumento di tutela dei diritti delle imprese e strumento di regolazione – e si svolgono considerazioni per cui appare ragionevole sostenere che il Regolamento abbia valorizzato l’anima ‘giustiziale’ del procedimento, rispetto a quella ‘regolatoria’. 

Ambito oggettivo e soggettivo

Gian Michele Roberti

Il meccanismo di soluzione delle controversie previsto dal nuovo Regolamento AGCOM si colloca in un’area intermedia fra regolazione e giurisdizione. Il contributo si propone di analizzare la portata e natura della competenza riconosciuta all’Autorità, nonché l’ambito soggettivo di applicazione del nuovo regime, per poi formulare qualche considerazione conclusiva sulla latitudine di discrezionalità dell’intervento dell’Autorità e sulla esigenza di un adeguato controllo giurisdizionale.

Azioni esperibili, decisioni ed effetti sul mercato

Mario Libertini

Il saggio intende investigare i poteri solutori e regolatori dell’AGCOM sotto il profilo delle azioni cognitive (azioni di accertamento, di condanna, costitutive) sulle quali l’Autorità può essere chiamata a pronunciarsi. Quanto agli effetti delle decisioni dell’Autorità, si dissente con l’esclusione di efficacia esecutiva alle pronunce, attesoché il principio europeo della complementarietà e sinergia tra public e private enforcement sembra deporre in senso contrario.

Il regime del procedimento, il contraddittorio e le misure cautelari

Marco Lamandini

Il presente esame si sofferma essenzialmente sugli elementi di novità del nuovo regolamento AGCOM rispetto al precedente in relazione al regime del procedimento, al contraddittorio e alle misure cautelari e, in particolare, agli aspetti di tali novità che appaiono di maggiore rilevanza sistematica.

Capacità deflattiva del contenzioso e rapporti con la tutela giurisdizionale

Roberta Guizzi

Scopo del contributo è quello di indagare la relazione che intercorre tra il procedimento di risoluzione extragiudiziale delle controversie tra operatori di comunicazioni elettroniche, nella configurazione parzialmente innovativa offertane dal nuovo regolamento Agcom, e la tutela giurisdizionale affidata al giudice naturale.

Regolazione e negoziazione: la soluzione conciliativa

Gilberto Nava

Il saggio si propone di analizzare se e con quali modalità il Regolamento concernente la risoluzione delle controversie tra operatori possa rappresentare una soluzione efficace che rispetti il ruolo e i compiti dell’Autorità e garantisca le dinamiche competitive nel mercato. Vengono inoltre brevemente analizzati alcuni esempi di conciliazione presenti in altri plessi normativi e i profili procedimentali della conciliazione disciplinati nel Regolamento. 

Gli impegni nel diritto delle comunicazioni elettroniche e il loro coordinamento con il procedimento di risoluzione delle controversie fra operatori

Ernesto Apa

Il contributo intende tracciare i profili di inquadramento generale che riguardano l’istituto degli impegni, esaminandone il rilievo che tale istituto riveste nel campo delle comunicazioni elettroniche in virtù del regolamento di procedura in materia di sanzioni amministrative e impegni dell’AGCOM. Si procede successivamente a enucleare alcune osservazioni riguardo al rapporto che tale strumento presenta con il nuovo regolamento sulla risoluzione delle controversie.

Regulation and Litigation. La linea continua tra regolazione e soluzione delle controversie

Giulio Napolitano

A seguito di un esame dei diversi modi di declinare i rapporti tra regolazione e conflitto, condotto attraverso un parallelismo tra il sistema nordamericano e quello europeo, il saggio mira ad investigare le potenzialità e funzioni del modello di regulation by litigation basato su una linea continua tra regolazione e aggiudicazione e sulla loro reciproca complementarietà.

Adeguato ai tempi e vivo: il regolamento dopo le modifiche normative e la prassi attuativa

Bruno Carotti

Attraverso una analisi degli aspetti sostanziali e procedurali degli strumenti alternativi di soluzione delle controversie previsti dalla normativa - europea e nazionale - in materia di comunicazioni elettroniche, il saggio mette in evidenza come settori specifici possano avere l’esigenza di procedere a decisioni basate sull’attività di un soggetto istituzionale, direttamente coinvolto nella cura degli interessi dei soggetti regolati.

Nella stessa collana