Dati, computazione, scienza: estendere i confini del processo civile telematico

Nicola Lettieri, Ernesto Fabiani

Abstract


Il contributo evidenzia le enormi potenzialità della informatizzazione della giustizia in considerazione delle nuove tecnologie di analisi dei dati. La digitalizzazione, infatti, può condurre ad un utilizzo del patrimonio informativo generato all’interno del processo civile telematico per scopi che vanno oltre l’efficienza del processo: grazie all’analisi computazionale di sentenze ed atti processuali, si spazia dall’identificazione automatica dei precedenti giurisprudenziali più rilevanti, allo studio dell’evoluzione storica degli ordinamenti e del linguaggio giuridico fino allo svolgimento di indagini di carattere sociologico.

Parole chiave


Digitalizzazione della giustizia; analisi computazionale della giurisprudenza; processo civile telematico

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.