La fondazione del reato di eresia

Alessandro Saggioro

Abstract


Il concetto di Eresia è un prodotto storico-religioso giudaico-cristiano che affonda le proprie ragioni nei contrasti intrareligiosi delle comunità di fedeli del primo secolo dopo Cristo. Il termine in greco antico, significa ‘scelta’, e implica una serie di riflessioni basate sull’agire umano, sul pensiero intellettuale, filosofico e religioso, sulla concettualizzazione. Esso ha senso in una dialettica contrappositiva, di forte conflittualità religiosa, ideologica, valoriale nei confronti del pensiero greco e con sviluppi importanti sul piano territoriale. La concettualizzazione della diversità religiosa si innesta nella dialettica fra identità e alterità, fra ortodossia e eresia o eterodossia. Sono tutti prodotti storici, determinati dal pensiero intellettuale ma basati su dinamiche di potere; le comunità derivano da ciò le rispettive ragioni d’essere, che divengono a un certo punto anche definizioni pubbliche nei confronti dell’Impero Romano.


Parole chiave


Eresia,Fondazione, Reato, Concilio, Legge

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.