Rosetta Stella tra saperi e femminismi separati negli anni ‘90

Marisa Forcina

Abstract


Si analizza, con empatia, il pensiero di una femminista prematuramente scomparsa, Rosetta Stella, e attraverso il suo contributo si interroga il femminismo degli anni 90 , come riflessione che ha  coniugato la libertà e la differenza femminile con il sapere della tradizione, sia quello espresso dalla filosofia, o dalla politica, o dalla storia. In particolare si ricorda il confronto di Stella con la religione per ribadire  la materialità della trascendenza, smontando il nesso tra il sacro e il patriarcato, tra teologia e androcentrismo, tra il santo o la santità della fede e il monosessismo. Ripensare il cristianesimo, ripensare Dio era per lei e per molte altre oggi, non una questione teologica e di sapere, ma una questione di esperienza, pagando anche una certa marginalità.

Parole chiave


Rosetta Stella; Femminismo; teologia; marginalità

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.