Forestiere e straniere a Roma tra ’400 e primo ’500

Anna Esposito

Abstract


La città di Roma, per tutto il ’400 interessata da un costante flusso immigratorio, è una realtà molto interessante d’analizzare anche per inquadrare il posto che vi occuparono le donne, sia le mogli di curiali, professionisti, artigiani, sia le devote venute a Roma in pellegrinaggio e che in molti casi vi rimasero per sempre dando vita a ospizi “di donne” e case di terziarie e bizzoche, riservati spesso a una specifica nazionalità, sia infine le donne marginali, molto spesso dedite alla prostituzione.

Parole chiave


Donne, Forestiere, Roma, Rinascimento

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.