Roma, un laboratorio delle identità? Comunità ‘nazionali’, dinamiche associative e linguaggio devozionale tra XVI e XVIII secolo

Alessandro Serra

Abstract


Nella Roma d’Età moderna, all’interno dell’assai vario panorama delle confraternite laicali e nel quadro di una società che mantiene la sua tradizionale vocazione cosmopolita, le comunità ‘nazionali’ hanno una grande importanza in qualità di agenti della circolazione delle nuove devozioni – provenienti dalla loro rispettiva terra d’origine – nello spazio sacro urbano. Attraverso questi culti locali, le comunità forestiere rivendicano la propria specificità in relazione alle altre ‘nazioni’, rinforzando nel contempo, talvolta attraverso processi di sintesi tra componenti percepite come differenti, la propria rappresentazione identitaria e, di conseguenza, il senso di appartenenza dei propri membri.


Parole chiave


Confraternite, Devozioni, Età moderna, Roma, Identità ‘nazionali’

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.