Lo sguardo di Medusa. Corpi, scultura, fotografia

Giacomo Ravesi

Abstract


La fotografia e la scultura vengono tradizionalmente concepite come arti antitetiche. Tuttavia fin dalla metà dell’Ottocento, la fotografia ha teso verso la tridimensionalità scultorea, così come la scultura ha integrato l’istantanea nei propri processi d’elaborazione progettuale. Tali ricerche, seppur minoritarie e marginali, dimostrano una concezione ibrida e interdisciplinare delle relazioni tra fotografia e scultura, esplosa nella nostra contemporaneità sia in ambito industriale, sia d’artista.


Parole chiave


Fotoscultura; Corporeità; Statuaria; Ritratti; Contemporaneità

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.