Pensare per immagini. Il (foto)amatore come figura della modernità estetica

Luisella Farinotti

Abstract


A partire dall’attività fotografica del noto architetto milanese, Piero Portaluppi (1888-1967), l’intervento analizza il contributo delle pratiche amatoriali nei processi di appropriazione, definizione e diffusione del nuovo «regime percettivo» della modernità tecnologica. Come sostiene Laurence Allard, il (foto/cine)amatore è una figura della modernità estetica: «attore» e non solo spettatore di una «visione», organizzatore di uno sguardo e, insieme, di una nuova esperienza di relazione con il mondo e con la memoria.


Parole chiave


Fotografia amatoriale; Regime percettivo; Piero Portaluppi; Prima Guerra mondiale

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.