Antonioni: «Io sono una macchina fotografica»

Stefania Parigi

Abstract


Il rapporto tra cinema e fotografia in Antonioni è indagato alla luce dei concetti di anacronismo (Didi-Huberman) e di rimediazione (Bolter e Grusin). L’immagine di Antonioni trova nella fotografia e nell’arte figurativa, la propria matrice  linguistica e storica. L’atto dell’osservare prevale sulla narrazione ed è attraversato da una conflittualità continua tra i due principi che presiedono alla fotografia e al cinema: la stasi e il movimento, l’istante e la durata, il passato e il presente.


Parole chiave


Michelangelo Antonioni; Cinema e fotografia; Anacronismo; Rimediazione

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.