Delegittimazione in versi.

Giorgio Caravale

Abstract


Il presente saggio riflette sulla crisi di delegittimazione che nella prima metà del Cinquecento investì il
papato e la Chiesa di Roma. Pamphlets, pasquinate ampiamente circolanti nella penisola italiana presero di mira
i vizi e le nefandezze della curia romana legittimando, più o meno direttamente, la rottura protestante. In particolare,
si concentra sulla figura di Celio Secondo Curione, esule piemontese, fuggito dall'Italia nel 1542 verso
la Svizzera, stabilitosi infine quattro anni dopo nella tollerante Basilea. I suoi Pasquillorum tomi duo, editi nel
1544, sono un ricco documento delle cangianti forme che assunse la delegittimazione antiromana nei decenni
centrali della crisi religiosa del '500 e allo stesso tempo una fonte interessante per mettere a fuoco l'evoluzione
del suo pensiero religioso.


Parole chiave


Polemica antiromana; Esilio religioso; Tolleranza

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.