Le donne migranti del Mediterraneo e la prospettiva inclusiva

Lucia Chiappetta Cajola

Abstract


Il presente lavoro intende contribuire alla riflessione sul tema della migrazione femminile quale sorta di ‘rivoluzione pacifica e gentile’ del nostro modo di pensare il mondo e, soprattutto, del nostro modo agire per contribuire alla promozione del progresso di tutti, dell’autodeterminazione, della pace e della liberazione spirituale.

Le caratteristiche dei flussi migratori sono, infatti, analizzate nell’ottica di genere e nella prospettiva dell’inclusione, con particolare riferimento alla definizione dell’identità delle donne migranti e alla costituzione di ‘reti’ realizzate su basi di parentela, amicizia o mutuo aiuto, al fine di favorirsi reciprocamente in relazione ai problemi lavorativi e sociali.

La riflessione tiene conto del ruolo assunto dall’area del Mediterraneo quale sfondo privilegiato per comprendere le caratteristiche e i cambiamenti dei flussi migratori femminili, e per individuare chiavi interpretative adeguate e tendenze di sviluppo di un fenomeno sempre più ampio e diffuso


Parole chiave


Donne migranti; Prospettiva dell’Inclusione; Mediterraneo

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.