La libertà del militante. Sartre e la rivoluzione tra progetto, libertà e situazione

Federica Castelli

Abstract


L'articolo indaga le varie fasi del pensiero sartriano e del suo impegno politico, interrogando il filosofo circa il nodo del rapporto tra soggettività e processo rivoluzionario, tra ideologia, determinismo, burocratizzazione e derive violente e totalitarie. È possibile una teoria dell'agire rivoluzionario che salvi i soggetti dalla cancellazione all'interno di teorie a priori, dogmi politici, futuri lontani in nome dei quali sacrificare il presente? È possibile immaginare una rivoluzione che tenga al centro i soggetti in relazione tra loro, senza prescindere dalla loro libertà e progettualità? È possibile riformulare la teoria marxiana, rideclinandola in un'ottica esistenzialista? Il testo prova a rispondere a tali interrogativi, interloquendo con i testi, le opere, l'impegno e il vissuto di Jean-Paul Sartre.


Parole chiave


Rivoluzione; libertà; progetto; situazione; Sartre; marxismo

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.