«The noise of a click». Osservazioni sulle Lezioni sull’estetica di Wittgenstein

Adriano Bertollini

Abstract


Il saggio intende offrire una presentazione delle Lectures on aesthetics di Wittgenstein del 1938. In quelle lezioni, un ruolo centrale è svolto da ciò che chiamo ‘giudizio estetico di valore’ (§ 2). Si proverà a mostrare che in tali giudizi è in questione la concordanza tra regola e applicazione: ciò che conta non è una qualità astratta come la bellezza, ma il concreto utilizzo di una grammatica, di un insieme di regole: la correttezza rispetto a quell’insieme. Cercherò quindi di approfondire la natura di queste regole: il loro legame con il piano storico (§ 3) e i meccanismi che presiedono alla loro istituzione e cambiamento (§ 4). Proverò infine (§§ 5-6) a mostrare perché non si possa restringere l’applicazione dei giudizi estetici al piano delle arti, sostenendo che in questione è un elemento estetico dell’esperienza che può ritrovarsi in tutti i giochi linguistici, vale a dire ciò che Wittgenstein chiama ‘feeling’.


Parole chiave


Wittgenstein, Lezioni sull’estetica, giudizio estetico, sentimento, seguire una regola

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.