Great Times Down South: Promozione turistica nel Deep South statunitense (1976-1981)

Great Times Down South: Promozione turistica nel Deep South statunitense (1976-1981)
Autore:  Giuliano Santangeli Valenzani
Editore: RomaTrE-Press
Data di pubblicazione: dicembre 2020
Pagine: 204
ISBN: 979-12-80060-87-7
n° downloads ad oggi: 38

Abstract

Questo libro si propone di fare luce su un momento di fondamentale trasformazione per l’immagine del Sud statunitense utilizzando come fonte il materiale pubblicitario (brochure, opuscoli, pubblicità, spot) prodotto dagli uffici del turismo di quattro stati (Alabama, Mississippi, Georgia, Carolina del Sud) tra il 1976 e il 1981. L’analisi parte dalla constatazione che durante gli anni Settanta, e soprattutto nella seconda metà del decennio, si sia reso visibile un profondo rimodellamento dell'immagine turistica del Sud, un cambiamento che ha accompagnato e perfino anticipato trasformazioni altrettanto importanti nella cultura e nella società meridionale in generale. Sebbene sia assodato che nel corso degli anni Settanta la percezione e il ruolo simbolico del Sud all'interno della cultura americana siano profondamente cambiati, non è mai stato studiato come questi cambiamenti si siano riflessi nell'immagine promozionale della regione e nella sua autorappresentazione verso l’esterno. La tendenza è stata anzi quella di considerare gli anni Settanta come un periodo di semplice riproposizione dell'immaginario classico del Vecchio Sud delle piantagioni. Quello che questo lavoro vuole tentare di mettere in luce, invece, è come le origini dell'attuale immagine del Sud, indefinibile e quasi caotica, possano essere rintracciate proprio nel materiale pubblicitario concepito per attirare i visitatori durante la seconda metà degli anni Settanta.

This book aims to analyze the advertising material (brochures, booklets, advertisements, radio and tv spots) used by the state tourism bureaus of four deep southern states (Alabama, Mississippi, Georgia, South Carolina) to lure visitors between 1976 and 1981. Being the Carter-era usually referred as a period of “southern fashion” in the U.S culture, as well as a time of economic prosperity in the Sunbelt, it seems relevant to analyze the strategies , rhetoric, images and themes used by the Tourism Bureaus of these states to promote themselves in USA and internationally. I would argue that a profound reshaping of the tourist image of the South became visible in the second half of the 1970s, a transition that paralleled equally important transformations in southern culture and society in general. Although it is well established that during the 1970s the perception and symbolic role of the South within American culture changed profoundly, it has never been studied how these changes were reflected in the promotional image of the region. The trend indeed has been to consider the 1970s as an extension of the classic Old South imagery. I would argue, however, that the origins of the current image of the South, so indefinable and almost chaotic, can be traced precisely in the advertising material designed to attract visitors in the 1970s.

Nella stessa collana