B@belonline vol. 16/17 Pensare Altrimenti

B@belonline vol. 16/17 Pensare Altrimenti
Editore: RomaTrE-Press
Data di pubblicazione: ottobre 2014
Pagine: 337
n° downloads ad oggi: 123

Abstract

Rivista online di Filosofia

Contributi

Introduzione

Chiara Di Marco  Claudia Dovolich  Maria Teresa Pansera  Patrizia Cipolletta 

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/1

Sull’antinomia del mentitore. Un’analisi e alcune considerazioni

Vito Michele Abrusci 

L'articolo si propone di indagare lo statuto dell'enunciato falso dal punto di vista della logica formale, analizzandone dettagliatamente la natura antinomica.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/2

Dalla “neutralità” dell’umano alla differenza di genere. L’antropologia duale in Edith Stein

Angela Ales Bello 

L'articolo si propone di indagare il concetto di genere umano nel pensiero di Edith Stein, sottolineandone l'impostazione fenomenologica e mettendolo in stretta relazione con il pensiero di Edmund Husserl.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/3

Sulla tenerezza. Soltanto consolazioni per anime belle?

Gabriella Baptist 

L'articolo indaga un tema apparentemente marginale nella riflessione filosofica, il tema delle tenerezza, che a uno sguardo maggiormente approfondito appare invece più volte trattato nella storia della filosofia, dagli antichi non meno che dai moderni.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/4

Identità e memoria

Rossella Bonito Oliva 

L'articolo indaga il concetto di indentità individuale a partire dalla testimonianza di chi non possiede una salda memoria culturale e nazionale, ma una memoria invece spezzata, mancata e dimezzata.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/5

Rorty e il femminismo. Contingenza linguaggio costruzione etica

Rosa Maria Calcaterra 

Le riflessioni del presente articolo si pongono nel punto di convergenza tra il pensiero pragmatista e le teorie femministe, mettendo in evidenza le risonanze e le interferenze che i due filoni di studi producono una volta accostati.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/6

Quelle… sante donne

Carmelina Chiara Canta 

L'articolo pone la questione sullo statuto del "genere" femminile nell'istituzione ecclesiastica.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/7

Morale della coscienza ed etica dei valori culturali nel pensiero di Ernst Troeltsch

Giuseppe Cantillo 

L'articolo indaga la riflessione di Ernst Troeltsch sull'etica, rintracciandone i presupposti teorici nei moralisti inglesi e nel pensiero di Kant e di Schleiermacher.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/8

Libertà azione responsabilità. Segnavia kierkergaardiani nel terreno etico dell’ipermodernità

Patrizia Cipolletta 

A partire da una concezione laica del pensiero di Kierkegaard, l'articolo indaga temi come la libertà, la scelta e la responsabilità.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/9

Donne e religioni

Roberto Cipriani 

L'articolo descrive le diverse forme che la figura della donna ha preso in epoca cristiana e pre-cristiana.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/10

Cosa è successo all’arte di massa?

Paolo D'Angelo 

Il presente articolo è uno studio critico sul significato di arte di massa. In esso si analizzano categorie quali high e low Art, popular e folk Art, mettendo in questione, tra l'altro, le riflessioni classiche che Theodor W. Adorno e Walter Benjamin hanno dedicato al fenomeno culturale in questione.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/11

Il concetto di azione e la modernità. Un problema per la storia delle idee

Mario De Caro 

L'articolo si concentra sul concetto di azione preso nella vastità del suo orizzonte storico, rintracciando tuttavia in esso la chiave d'accesso per comprendere la modernità.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/12

Per un pensiero ludico. “L’aldilà del serio” in Georges Bataille

Chiara Di Marco 

All'interno della produzione filosofica di Georges Bataille si può rinvenire la ricerca di una forma di pensiero che rompe con i limiti imposti dal concetto di possibilità, e che va a legarsi con la trasgressione e il gioco per giungere infine alla porte della follia.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/13

Amicizia e dono

Claudia Dovolich 

Nell'articolo si tenta di delineare il concetto di amicizia e di altri ad esso affini, quali i concetti di dono e ospitalità, focalizzandosi in particolare sulle riflessioni di Derrida e di Lévinas.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/14

Il valore dell’amicizia e l’impegno per coltivarla

Margarete Durst 

Nell'articolo si indaga il concetto di amicizia nella sua componente emozionale ed empatica.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/15

Non solo la conocchia e il fuso. Figure di donne guerriere nel Rinascimento

Germana Ernst 

La figura della donna dedita alle armi appartiene all'immaginario rinascimentale. Nell'articolo si delinea in particolar modo la figura dell'amazzone.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/16

L’esperienza del silenzio. Tra mistica ed etica della comunicazione

Adriano Fabris 

La relazione tra parola e silenzio che vige nella tradizione mistica della religione è indagata come chiave di accesso all'esperienza profonda dell'apertura all'Altro.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/17

Lutero fra teologia e antropologia

Mariannina Failla 

A partire da un brano della lettera di Paolo ai Filippesi, l'articolo intende indagare il rapporto tra morphé e svuotamento/annichilimento.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/18

Lo spazio minimo e il miracolo

Mariapaola Fimiani 

Le riflessioni sulle attuali forme della comunicazione confermano che la mentalità del nostro tempo è sempre più segnata da un diffuso miracolismo, dalla percezione che il mondo ridotto a una continua fluenza di "minimi" è sostanzialmente la scena del miracolo.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/19

Emozioni e differenza

Marisa Forcina 

Il ricordo dei colloqui avuti con Francesca Brezzi diventa uno spunto di riflessione per meditare sull'importanza dell'emotività nella sfera pubblica dell'agire sociale.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/20

La passione del pensare. Soggetti saperi istituzioni

Federica Giardini 

Nell'articolo si mettono in luce i limiti degli organi istituzionali di fronte a soggetti e forme di sapere che resistono alla logica identitaria.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/21

Interazioni visive: “Young Woman at a Window” di William Carlos Williams

Cristina Giorcelli 

L'articolo indaga la produzione poetica di William Carlos Williams mettendone in luce il forte legame che intrattiene con le arti visive, dalla pittura alla fotografia.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/22

Les “Woman’s Studies” et la rationalité. Une exploration de la pensée herméneutique

Fernanda Henriques 

Dans le contexte de « l'esprit du temps », nous pouvons dire que de même que la Révolution Française a créé le champ épistémologique et juridique permettant la pensée des Droit et de leur revendication, la second moitié du XXème siècle a établi la structure théorique permettant la reconnaissance du droit des Femmes à être des sujet du discours.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/23

Identità alterità riconoscimento

Daniella Iannotta 

I temi dell'identità, dell'alterità e del riconoscimento sono qui discussi con particolare attenzione alla filosofia di Paul Ricœr e alle pratiche dell'amicizia.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/24

Alcune premesse filosofiche. Il problema della misura di sé

Giovanni Invitto 

L'articolo muove da due quesiti fondamentali: possono essere quantificati i fattori soggettivi, cioè, si può dare una misura di sé? Inoltre, quale metodo ci consentirebbe di misurare, con modalità attendibili, la misura del sé? Due quesiti che si collocano sullo sfondo del rapporto tra l'Io e l'Altro, tra l'individuo e la comunità in cui vive.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/25

Teoria della conoscenza e teologia nello “Scriptum” di Pietro Aureolo

Benedetto Ippolito 

L'articolo si concentra in modo particolare sul Proœmium allo Scriptum di Pietro Aureolo, il quale costituisce un'introduzione metodologica interamente dedicata alla teologia. Il Proœmium è di grande importanza non solo per entrare nel merito della fondazione scientifica che si riteneva necessaria alla teologia, ma anche per conoscere il complesso dibattito che si stava sviluppando nel XIV secolo intorno a questo problema.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/26

La pena differita. Il diritto non violento nel pensiero ebraico contemporaneo

Irene Kajon 

Le riflessioni presenti nell'articolo prendono spunto dall'aporia, apparentemente insanabile, costituita da un'etica che, nella sua purezza, è assolutamente priva di violenza, animata dallo spirito di dedizione e da un sentimento di pace, e un diritto composto dall'insieme di leggi che determinano i rapporti tra individui, ognuno dei quali è mosso da interessi particolari e costretto, quindi, all'antagonismo.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/27

“Ex tempore”. La lotta con l’angelo e la doppia origine dell’occidente

Giacomo Marramao 

L'articolo tratteggia la figura dell'angelo nell'Antico Testamento, a partire dal suo significato etimologico di "messaggero" fino agli elementi della simbologia orientale (egizia e mesopotamica) che gli sono consustanziali.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/28

Tra silenzio e parola. I presupposti etici della comunicazione

Paolo Nepi 

Nel rapporto tra silenzio e parola si avverte uno dei nodi dell'agire comunicativo e di un'etica della comunicazione. Nel presente articolo si cerca di fare maggiore chiarezza su questo rapporto richiamandosi alle riflessioni di Massimo Baldini sul linguaggio, ai diversi modi che ha il silenzio di imporsi e alla distinzione posta da Baldini tra "parola parlante" e "parola parlata".

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/29

Per una scrittura al femminile. Hannah Arendt Etty Hillesum María Zambrano

Maria Teresa Pansera 

Hannah Arendt, Etty Hillesum e María Zambrano rappresentano tre autrici la cui scrittura è intrecciata in modo inestricabile con i loro vissuti autobiografici. Rivolgendosi a tali autrici, e ai generi letterari da loro prediletti – la biografia, il diario e la confessione – il presente articolo mette in luce quanto, a dispetto della famigerata condanna platonica, la parola orale e la parola scritta si implichino a vicenda.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/30

Pensare il cristianesimo

Ugo Perone 

L'articolo si propone di instaurare un confronto tra la filosofia e la religione, mostrando come, a fronte di una loro opposizione, la filosofia perda gran parte dei propri contenuti divenendo semplice analitica di ciò che è a misura d'uomo.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/31

Sull’unità duale di maschile e femminile. Per una genealogia simbolica dell’umano

Paola Ricci Sindoni 

Mettendo in gioco differenti strategie cognitive, legate ora alle dinamiche socio-politiche, ora a quelle psicoanalitiche, narrative o storiche, il pensiero della differenza si è perlopiù orientato verso la configurazione di un sapere pratico, intenzionalmente estraneo ad una qualche configurazione ontologica, preferendo al contrario declinarsi come "etica", ricompresa come quell'insieme di norme comportamentali volte a valorizzare la specifica identità del mondo femminile.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/32

A proposito della donna. Ortega y Gasset e Julián Marías

Maria Teresa Russo 

Aver ignorato il tema del donna e della differenza sessuale è un rimprovero mosso alla maggior parte dei filosofi del Novecento. È innegabile che un'attenta tematizzazione filosofica del femminile emerga solo a partire dalla metà del Novecento, grazie in larga parte alla filosofia femminista. Nella penisola iberica, i filosofi José Ortega y Gasset e Julián Marías si distinguono per aver dedicato un'attenzione particolare alla questione del femminile, trattandola congiuntamente al tema dell'amore.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/33

Practical Wisdom and the Woman’s View

Alison Scott-Baumann 

If we look at Francesca Brezzi's work, we can gain a sense of what Western philosophy may mean to women now, and what it can do to support women, both now and in future. She analyses the philosophies of difference of Irigaray and others in order to correct the imbalance that exists between male and female thinkers.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/34

Sulle patologie e sulla dimensione etica della democrazia contemporanea

Laura Tundo 

In questione nel presente articolo è l'efficacia del sistema democratico, delle sue regole e procedure, degli ideali morali condivisi di libertà e dignità, eguaglianza e giustizia sociale.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/35

Paul Ricœr. Lo “status” della filosofia della religione

Pierluigi Valenza 

Nel breve spazio di questo articolo si seguono le tracce utili a ricostruire il concetto di filosofia della religione in Paul Ricœr, tracce contenute negli interventi del filosofo francese ai Colloqui romani di filosofia della religione: il problema del male in rapporto al sapere, il concetto di speranza e di ontologia utopica.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/36

Sulla tenerezza

Carmelo Vigna 

L'articolo è composto da alcune brevi riflessioni sulla tenerezza, sulla sua essenza "femminile", sulla sua naturale presenza nei legami amorosi, sulla necessità di essa nella politica.

DOI: 10.13134/2531-8624/16-17-2014/37

Nella stessa collana